Ricetta del ragù alla bolognese con la slow cooker

Il ragù alla bolognese: il piatto simbolo dell’Italia insieme agli spaghetti e alla pizza.
Questo famosissimo condimento ha origini antiche: il suo nome, infatti, sembra derivi dal francese ragoût, dove l’aggettivo ragoutant vuol dire appetitoso. La ricetta, infatti, è una miscela di carni, salsa di pomodoro e aromi che ha la capacità di risvegliare l’appetito.
Ecco a voi la variante classica di questo piatto, perfetto per la cottura lenta.

 

Informazioni e tempistiche

Dosi per: 4 persone
Preparazione: 30 m
Cottura in slow: 6-8 h
Tempo totale: 6.30-8.30 h
Difficoltà: facile

 

Ingredienti

  • 100 g di pancetta tagliata a cubetti
  • 500 g di polpa di manzo macinata
  • 500 g di polpa di maiale macinata
  • 750 ml di passata di pomodoro
  • 250 ml di acqua
  • 2 cipolle medie
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • rosmarino q.b.
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • Sale, pepe e olio extravergine di oliva q.b.

 

Preparazione

La pentola slow cooker consente di cucinare un ragù alla bolognese di altissima qualità, ma la prima fase della ricetta – cioè il soffritto di aromi – non può essere fatta con tutte le pentole. Se la vostra slow cocker non è adatta a questo scopo, abbiate cura di usare un’altra pentola idonea.
Per prima cosa occorre sminuzzare finemente la cipolla, la carota, il sedano e qualche ago di rosmarino. Mettete circa un dito d’olio in padella, fatelo scaldare, aggiungete gli aromi e fate soffriggere a fuoco vivace per qualche minuto.
A questo punto aggiungete la pancetta a cubetti e fatela rosolare per qualche minuto.
Quindi unite il macinato di carne: fate rosolare a fiamma viva e, non appena la carne prenderà colore, sfumatela con un buon bicchiere di vino bianco.
Lasciate evaporare per un paio di minuti e spegnete il fuoco. Se lavorate con una padella normale, fate raffreddare gli ingredienti prima di inserirli nella slow cooker di ceramica: questo materiale patisce gli sbalzi di temperatura improvvisi.
Se invece state usando un modello di slow cooker che può andare anche sul gas, non dovrete adottare nessun accorgimento particolare.
A questo punto aggiungete al vostro trito di carne un cucchiaio di concentrato di pomodoro e la passata. Mescolate bene e aggiustate di sale e pepe.
Ora non resta che procedere con la cottura: 6-8 ore in modalità LOW e il ragù è pronto!

Il risultato sarà strepitoso e potrete assaggiare uno dei piatti più buoni della cucina italiana: usatelo per condire gli spaghetti o il formato di pasta che preferite. Buon appetito!

 

Gli ingredienti segreti

Esistono molte varianti della ricetta del ragù alla bolognese: noi ne abbiamo provate tantissime e vi consigliamo qualche ingrediente e accorgimento per rendere questo condimento insuperabile!
Scegliete un macinato di maiale leggermente grasso, e un macinato di manzo magro: la diversità dei due ingredienti crea un equilibrio di sapore eccezionale.
Per un gusto più intenso, aggiungete al vostro soffritto anche una foglia di alloro secco, piccola e finemente tritata.
Cipolla: sceglila bionda oppure bianca e fai attenzione che non secchi troppo – o bruci – durante il soffritto.
Sedano: scegline una o due coste dal cuore, la parte più morbida e priva di filamenti.
Vino bianco: la tradizione vuole che si usi un vino secco e fermo. Consigliamo il Pinot bianco.
Concentrato di pomodoro: scegliete il “triplo” e avrete un gusto deciso al punto giusto.

 

Curiosità

Nel 1982 l’Accademia Italiana della Cucina di Bologna ha depositato, presso la Camera di Commercio del capoluogo emiliano, le ricette ufficiali del ragù bolognese. Ma, come si dice a Napoli (patria di un ragù diverso dal bolognese, ma simile nell’essenza) “il miglior ragù è quello fatto da mammà”.
Oltre ai classici spaghetti e tagliatelle, il ragù si sposa bene con la pasta corta, meglio se ruvida: fusilli, penne, maccheroni e così via.

 
Prova un secondo classico della cucina piemontese, una carne tenera e ricca di sapori, segui la nostra ricetta del brasato al barolo!